Sformato di riso e lenticchie

  • Ricetta di chaval

  • 60 minuti

  • Difficoltà: Media

Gli utenti registrati possono votare le ricette preferite

Ingredienti per 5 persone

  • 160 g di lenticchie
  • 160 g di riso Roma parboiled
  • besciamella
  • una cipolla media
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • circa 1/2 litro di brodo vegetale
  • curry
  • olio extra vergine di oliva
  • pangrattato
  • salsa di soia

Partecipa al Vegan Discovery Tour, un viaggio virtuale gratuito alla scoperta della scelta vegan. Ogni giorno per 20 giorni una mail con consigli utili, ricette, quiz, regali, testimonianze di altre persone vegan e tanto altro.

Iscriviti al Tour! »

Preparazione

Per la besciamella vedere la ricetta tra le preparazioni di base: Besciamella
Tritare la cipolla e soffriggerla in olio extra vergine di oliva. Aggiungere il riso e tostarlo.
Aggiungere il vino bianco e alzare la fiamma per farlo evaporare in fretta.
Scaldare il brodo e ricoprirvi il riso. Ripetere l'operazione man mano che il brodo viene assorbito, finché il riso non è ben cotto.
Nel frattempo lessare le lenticchie: sciacquare le lenticchie secche sotto acqua corrente fredda e metterle in pentola con acqua fresca che le ricopra abbondantemente e un cucchiaino di sale. Far bollire per circa 20 minuti.
Oliare una teglia e cospargerla di pangrattato. Versarvi il riso, le lenticchie e metà della besciamella e amalgamare. Versare il tutto nella teglia, pareggiarlo e cospargere con il resto della besciamella.
Spolverare con il curry.
Infornare nel forno caldo a 200° e lasciar cuocere un quarto d'ora circa.
Aggiungere un filo di salsa di soia shoyu direttamente quando si serve.

ID ricetta: 1529

Note

Si può benissimo usare l'acqua di cottura delle lenticchie come brodo per il riso.
Ovviamente le lenticchie vanno lasciate alcune ore a mollo prima di essere lessate.
La besciamella può essere fatta con qualunque tipo di farina, ma con quella di kamut mi è piaciuta particolarmente.
Se si ha tempo si può spegnere il forno un po' prima e lasciare che lo sformato finisca di cuocersi con il calore che si mantiene comunque a lungo (e che verrebbe altrimenti sprecato).

Gli utenti registrati possono inserire commenti dopo aver effettuato il login.

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!