VeganHome - La casa dei vegan

VeganHome - Benvenuti nella storica community vegan, attiva sin dal 2005! Troverete migliaia di utenti, un forum di discussione, centinaia di ricette, la mappa di negozi e locali, e-book gratuiti, spunti per fare volontariato per gli animali, una bacheca per gli annunci e altro ancora.

E per chi ancora non è vegan, abbiamo tantissime informazioni utili per capire il perché e il come di questa scelta.

Ma andiamo con ordine: cosa significa nella pratica essere "vegan"?

Niente di più semplice, bastano 5 secondi per spiegarlo: una persona vegan vive come tutte le altre, mangia e veste come tutte le altre, ma con delle semplicissime scelte quotidiane riesce a evitare a migliaia di animali una vita di sofferenza e una morte atroce.

Tutti noi ogni giorno compiamo moltissime piccole scelte, ad esempio su cosa mangiare, o quali capi di abbigliamento acquistare. Ci basiamo su vari parametri: di cosa abbiamo voglia, in questo momento, di un piatto di pasta o di un panino? Meglio comprare un giaccone sportivo da usare tutti i giorni o uno più elegante? Quanto siamo disposti a spendere per un dato acquisto? E così via.

Essere vegan significa semplicemente introdurre nelle nostre scelte un parametro in più: il fatto che per produrre una certa cosa vengano uccisi o meno degli animali. Quindi tra un panino al prosciutto (o al formaggio) e un panino alle verdure grigliate scegliamo il secondo, perché nessuno di noi vuole uccidere un animale quando può benissimo evitarlo. E tra una pasta al pomodoro e tonno e una al pomodoro e olive, scegliamo la seconda. Se ci va una pizza, la chiediamo senza mozzarella; se abbiamo voglia di una pasta al forno usiamo ragù e besciamella vegetali (buonissimi e indistinguibili da quelli tradizionali!). In un negozio di abbigliamento, scegliamo giacconi senza bordi in pelliccia e lana.

Non c'è niente di epico, niente di eroico, niente di difficile; una persona vegan vive come tutte le altre, mangia e veste come tutte le altre, ma, con delle semplicissime scelte, analoghe a quelle che tutti facciamo ogni giorno, riesce a evitare a migliaia di animali una vita di sofferenza e una morte atroce.

Sei un potenziale vegan?

Scopriamolo insieme con un piccolo test... surreale :)

  1. Immagina che ti chiedano di scegliere tra un panino con melanzane alla griglia e uno con zucchine alla griglia. E tra una mela e un'arancia.

  2. Pensa a cosa sceglieresti; ad esempio il panino con le zucchine e la mela.

  3. Ora immagina che la persona che ti ha offerto il cibo, dopo avertelo consegnato prenda un maialino e si appresti a ucciderlo.

  4. Alle tue rimostranze, ti risponde che, per un qualche motivo, lui ucciderà il maialino ogni volta che una persona sceglie il panino alle zucchine e la mela. Se tu scegliessi il panino alle melanzane e l'arancia nessun animale morirebbe. Ok, è un esempio assurdo, ma andiamo avanti e scoprirai che lo è meno di quanto sembri...

  5. Cosa faresti? Probabilmente risponderesti, come *qualunque persona* a cui lo abbiamo chiesto, che cambieresti la tua scelta: se semplicemente mangiando un panino invece dell'altro o un frutto invece dell'altro puoi evitare una morte orribile, perché non farlo? Nessuno di noi manterrebbe la propria scelta senza preoccuparsi delle orribili conseguenze.

Bene, allora sei sulla buona strada per scegliere di diventare vegan. Questa scelta, di fatto, ti viene posta *ogni giorno*. Ogni giorno puoi scegliere se mangiare un panino alle verdure (o legumi, paté, ecc. ecc.) senza uccidere nessuno oppure un panino al prosciutto, causando la morte di un animale. Puoi scegliere una pasta che causa la morte di un animale o una altrettanto buona che non lo fa.

Ecco, la scelta è semplicemente questa, non dissimile da quella del test. Ma, mentre in quel caso tutti rispondono che cambierebbero la propria scelta per non far morire il maialino, quasi tutti nella vita reale fanno il contrario... perché?

Pensaci! E, visto che abbiamo preparato un sito che spiega come diventare vegan in pochi e semplici passi, dagli un'occhiata, vedrai che è perfino più semplice di come lo abbiamo presentato qui.

Vai al sito VegFacile.Info