Scelta vegan

Gli utenti registrati possono scrivere una risposta

Pagina 1 di 2

1 yuki-chan95, 3/01/19 15:22

Salve, frequento questo sito da tempo e ho sempre trovato consigli utili per avvicinarmi alla scelta vegan. Spero che qualcuno possa darmi consigli su come superare la dipendenza dal cibo, se qualcuno ne ha mai sofferto, e sopratutto apprezzerei consigli su come togliere definitivamente i derivati animali come i latticini e i formaggi che purtroppo ancora adesso non riesco ad eliminare definitivamente dalla mia alimentazione.
So della sofferenza che provoca agli animali produrre latte e uova ma apprezzerei delle delucidazioni da qualcuno che ne sa più di me così da togliermi ogni dubbio. Ho letto molte cose ma ancora non ho trovato il modo, e la forza di volontà, di eliminare questi ultimi dalla mia alimentazione.
Sono vegetariana da anni, prevalentemente vegana, ogni tanto, purtroppo, mangio latticini perchè ancora non sono riuscita a distaccarmi completamente da questi e perchè tante persone intono a me non condividono la mia scelta e non sono d'aiuto, anzi rendono le cose molto più difficili.
Mi sento in colpa quando mangio certe cose ma allo stesso tempo penso che la sofferenza che provano gli animali nel produrre latte non è come quella che provano gli animali che vengono uccisi al macello. Cerco giustificazioni per non affrontare il fatto che il cibo a cui siamo abituati crea dipendenza e odio dover dipendere da quello che mi impone la società in cui vivo. Odio il fatto di avere bisogno di un alimento perchè mi crea dipendenza, non capisco come i vegani riescano così facilmente a rinunciare ai latticini anche se magari prima gli piacevano.
Purtroppo le alternative vegane spesso non si avvicinano neanche lontanamente al sapore di certi alimenti a cui siamo abituati quindi diventa molto difficile eliminare certe cose per sostituirle con altre. Certo la motivazione per cui lo si sta facendo dovrebbe superare ogni tipo di dubbio ma per chi come me ha problemi con la dipendenza dal cibo credo sia più difficile.

Un altro problema comune ai vegetariani o vegani è il costo del cibo, ad esempio agli inizi di una scelta vegana uno cerca di sostituire il formaggio con l'alternativa vegana, oppure l'hamburger di carne con quello vegetale, ma i prezzi sono molto alti, certe volte assurdi, e diventa difficile non adattarsi alle scelte più semplici come mangiarsi un po' di mozzarella o un dolce con le uova. Voi come fate a gestire le spese di un'alimentazione vegana?
So che autoprodursi certi alimenti fa risparmiare molto e non comprare cibo lavorato è la cosa migliore ma quando uno lavora il tempo è poco.
In più l'opinione che hanno gli altri non aiuta, quando ti viene ripetuto che dovresti mangiare pesce altrimenti avrai carenze importanti oppure che le uova e il latte non causano nessuna sofferenza agli animali, che sono cose importanti per l'uomo, tutto diventa più difficile e si rischia di adattarsi a quello che fa più comodo

2 Marina, 3/01/19 16:08

yuki-chan95 ha scritto:
Spero che qualcuno possa darmi consigli su come superare la dipendenza dal cibo, se qualcuno ne ha mai sofferto, e sopratutto apprezzerei consigli su come togliere definitivamente i derivati animali come i latticini e i formaggi che purtroppo ancora adesso non riesco ad eliminare definitivamente dalla mia alimentazione.

Se è un problema tipo un disturbo alimentare purtroppo è difficile uscirne solo attraverso una discussione in un forum, ma spero che non sia così grave.

yuki-chan95 ha scritto:
Mi sento in colpa quando mangio certe cose ma allo stesso tempo penso che la sofferenza che provano gli animali nel produrre latte non è come quella che provano gli animali che vengono uccisi al macello.

Non capisco: gli animali che sono utilizzati per produrre latticini e uova finiscono al macello anche loro, come quelli allevati per la carne, non c'è nessuna differenza, quindi la sofferenza al macello è la stessa. Sono proprio gli stessi macelli.

yuki-chan95 ha scritto:
Purtroppo le alternative vegane spesso non si avvicinano neanche lontanamente al sapore di certi alimenti a cui siamo abituati quindi diventa molto difficile eliminare certe cose per sostituirle con altre. Certo la motivazione per cui lo si sta facendo dovrebbe superare ogni tipo di dubbio

Infatti. Se per produrre latte venissero ammazzati dei bambini, o anche dei gatti o cani, se vogliamo rimanere tra le specie di animali non umani, sono certa che non avresti dubbi.

yuki-chan95 ha scritto:
Un altro problema comune ai vegetariani o vegani è il costo del cibo,

Questa è una falsa credenza, anzi, da vegan si spende molto meno per mangiare, perché si eliminano i cibi più cari, come carne, pesce e formaggi.

yuki-chan95 ha scritto:
ad esempio agli inizi di una scelta vegana uno cerca di sostituire il formaggio con l'alternativa vegana

Ma anche no, se ne fa a meno e basta,

yuki-chan95 ha scritto:
, oppure l'hamburger di carne con quello vegetale, ma i prezzi sono molto alti,

No, sono circa uguali. Tra hamburger di manzo o vegetale c'è una differenza minima.
Senza contare che questi piatti pronti sono da consumare ogni tanto, non tutti i giorni e quindi alla fine il risparmio con una dieta 100% vegetale è davvero cospicuo.

yuki-chan95 ha scritto:
certe volte assurdi, e diventa difficile non adattarsi alle scelte più semplici come mangiarsi un po' di mozzarella o un dolce con le uova.

Ma i dolci senza uova hanno lo stesso sapore di quelli con.
E non è per nulla difficile evitare di mangiare la mozzarella. Lo è solo se ti metti in testa che lo sia. Ma se dovessi uccidere tu le mucche e i vitelli per avere la mozzarella, lo faresti?
Immagino di no. E allora vedi che sai bene quanto sia sbagliato e orribile.

yuki-chan95 ha scritto:
In più l'opinione che hanno gli altri non aiuta, quando ti viene ripetuto che dovresti mangiare pesce altrimenti avrai carenze importanti

Non capisco perché si dovrebbe dar retta a tutte le cavolate che dice la gente.
Sono solo stupidaggini quelle sul pesce.

yuki-chan95 ha scritto:
oppure che le uova e il latte non causano nessuna sofferenza agli animali, che sono cose importanti per l'uomo, tutto diventa più difficile e si rischia di adattarsi a quello che fa più comodo

Esatto, lo credi solo perché ti fa comodo, non perché sia vero. Che fine credi che facciano le mucche, i vitelli, i pulcini maschi e le galline ovaiole? Al macello, o tritati vivi, nel caso dei pulcini. E questo avviene sempre, per tutti gli allevamenti.

Ti consiglio una cura d'urto: guarda il film Dominion e ogni volta che ti viene la tentazione di mangiare animali uccisi, o quello che vengono costretti a produrre prima di essere uccisi, ripensaci. Ti passerà la voglia.

Il film è qui, guardalo e in 2 ore capirai veramente nel profondo come siano vergognose tutte le scuse che accampiamo per sfruttarli e ucciderli:
https://vimeo.com/agireora/dominion

3 Andrea, 3/01/19 17:01

yuki-chan95 ha scritto:
Mi sento in colpa quando mangio certe cose ma allo stesso tempo penso che la sofferenza che provano gli animali nel produrre latte non è come quella che provano gli animali che vengono uccisi al macello.

E' molto peggiore in realtà: le mucche ad esempio ogni anno vengono ingravidate e viene strappato loro il vitellino per essere ucciso e poi vengono munte per estrarre una quantità di latte enorme, impensabile in natura. Alla fine sono creature deformi impossibilitate a reggersi i piedi, vengono sollevate con un argano, buttate in un camion e portate al macello dove vengono fatte a pezzi, quasi tutte mentre sono ancora coscienti..

Le mucche "da carne" invece vanno direttamente all'ultima fase, il macello: soffrono molto di meno.

non capisco come i vegani riescano così facilmente a rinunciare ai latticini anche se magari prima gli piacevano.

Semplicemente perché per quanto una cosa piaccia non siamo disposti a torturare e uccidere per averla. Non lo faremmo per ottenere cose ben più importanti dei latticini, figuriamoci per questo. La domanda da porsi piuttosto è ""perché non saremmo disposti a torturare e uccidere per una bellissima casa, per il lavoro dei nostri sogni, ecc ecc. e invece lo facciamo senza rimorsi per un pezzo di formaggio?".

4 Serendip, 3/01/19 17:57

yuki-chan95 ha scritto:
Ho letto molte cose ma ancora non ho trovato il modo, e la forza di volontà, di eliminare questi ultimi dalla mia alimentazione.

Questo accade semplicemente perchè i latticini, a differenza di altri alimenti animali, creano nel nostro corpo una vera e propria dipendenza, in quanto contengono caseomorfina, una sostanza oppiacea che deriva dalla trasformazione della caseina nel nostro stomaco quando mangiamo latticini. In sostanza si tratta di una specie di "droga". La buona notizia è che per liberarsi da questa dipendenza bastano solo un po' di motivazione e circa 3 settimane di disintossicazione dai latticini. Prova e vedrai che non ne sentirai più il desiderio.
Solo in seguito, quando ti sarai disabituata ai sapori dei latticini, potrai provare dei formaggi vegani, magari fatti da te. Ad esempio quelli di anacardi o mandorle sono ottimi e salutari.

yuki-chan95 ha scritto:
Purtroppo le alternative vegane spesso non si avvicinano neanche lontanamente al sapore di certi alimenti a cui siamo abituati quindi diventa molto difficile eliminare certe cose per sostituirle con altre.

Questo perché ci si ostina a cercare nelle "alternative vegetali" gli stessi sapori dei cibi animali. L'errore è pensare che gli alimenti di origine animale vadano sostituiti con qualcosa che abbia il loro stesso sapore. In realtà vanno semplicemente eliminati. Moltissimi vegani si appassionano alla cucina proprio nella transizione al vegan, e imparano a conoscere tantissimi cibi nuovi che prima non avevano mai assaggiato, con sapori diversi da carne e formaggi, ma spesso molto più buoni. Ad esempio se non vuoi spendere per i burger vegani, puoi prepararti dei falafel con i ceci, o delle ottime polpette di lenticchie mescolate con un impasto di fiocchi d'avena per legarle. Spesso i cibi vegetali hanno anche un sapore migliore: non so dirti quanti complimenti hanno fatto gli onnivori alla mia maionese vegan durante l'ultima cena di capodanno: hanno ammesso che è molto più buona dell'originale.


yuki-chan95 ha scritto:
So che autoprodursi certi alimenti fa risparmiare molto e non comprare cibo lavorato è la cosa migliore ma quando uno lavora il tempo è poco.
In più l'opinione che hanno gli altri non aiuta, quando ti viene ripetuto che dovresti mangiare pesce altrimenti avrai carenze importanti oppure che le uova e il latte non causano nessuna sofferenza agli animali, che sono cose importanti per l'uomo, tutto diventa più difficile e si rischia di adattarsi a quello che fa più comodo

Il tempo da dedicare alla cucina è lo stesso da vegani o da onnivori, a meno che da onnivori/vegetariani non ci si limitasse a cuocere una bistecca in padella o mangiare un pezzo di formaggio. Puoi organizzarti nei giorni in cui non lavori, preparando più dosi da mettere in congelatore, tagliando e cucinando verdure per tutta la settimana ecc. Per i primi piatti e i dolci invece il problema non sussiste, dato che richiedono lo stesso tempo nella versione vegan e in quella onnivora.

Delle opinioni altrui invece basta semplicemente fregarsene, e magari imparare a rispondere punto su punto, come spiegato qui
https://www.vegfacile.info/rapporti.html
Se sei davvero convinta della tua scelta e imparerai a tirar fuori un po' di grinta, vedrai che pian piano la smetteranno di romperti le scatole

5 Andrea, 3/01/19 18:34

Serendip ha scritto:
Il tempo da dedicare alla cucina è lo stesso da vegani o da onnivori, a meno che da onnivori/vegetariani non ci si limitasse a cuocere una bistecca in padella o mangiare un pezzo di formaggio.

Anche in quel caso secondo me il tempo può essere lo stesso o anche inferiore: legumi già cotti in scatola e seitan o tofu ad esempio si preparano più velocemente rispetto alla carne e costano meno.

6 Marina, 4/01/19 09:54

Serendip ha scritto:
Questo perché ci si ostina a cercare nelle "alternative vegetali" gli stessi sapori dei cibi animali. L'errore è pensare che gli alimenti di origine animale vadano sostituiti con qualcosa che abbia il loro stesso sapore.

E' vero, però rimane il fatto che invece non è vero che i cibi vegan preconfezionati costano molto di più, è un retaggio di quando 10-15 anni fa c'erano effettivamente alimenti di questo tipo che costavano moltissimo, ma non è più così da un pezzo. La convinzione che sia così invece è rimasta, ma è basata sul niente.
Se si confronta il prezzo medio degli hamburger vegetali col prezzo medio di quelli di manzo, più o meno si equivalgono. Alcune marche di quelli vegetali costano di più di quelli di carne, è vero, ma solo un po' di più, non certo tantissimo. Altre marche invece costano uguale.
Sono sicura perché mi sono appuntata i prezzi in un supermercato, devo scrivere un articolo sul tema ma non ho ancora avuto tempo.

7 nicleri, 7/01/19 19:37

Io non mangio cibi pronti (non lo facevo da onnivora, da vegetariana e nemmeno ora) ti assicuro che torno a casa sempre tardi, quindi non ho tutto questo tempo per preparare la cena in settimana, ma riesco comunque a preparare sempre piatti buoni, equilibrati ed economici: mangio parecchia verdura al forno, insalate miste (magari con legumi, cereali e frutta secca) e pasta con verdura, piadina, Bruschetta al pomodoro, etc. Tutto buono, e decisamente economico. Anche quando vai a cena fuori, se ci fai caso, l'alternativa vegan è sempre la più economica. Te lo dico proprio sinceramente: fare questo passo è molto più semplice di quello che credi, nella nostra cucina poi ci sono tantissimi piatti deliziosi e giá naturalmente vegan che non c'é bisogno di inventare chissà che. Una volta fatto non riuscirai a tornare indietro perché ti sentirai talmente tanto bene! Te lo garantisco. É solo un'idea. A Natale ho preparato uno strudel vegano che era mille volte più buono di quello "tradizionale". Questo a detta di tutti (anche non vegan). Vedrai! L'unico rimpianto sarà di non aver deciso prima. Buona serata.

8 Jei, 7/01/19 19:59

Una cosa veloce veloce che sostituirei con ben poche cose? Pane con melanzane grigliate. Facile, veloce e per me sempre buonissimo.

9 Shannon92, 8/01/19 15:02

Anche secondo me è questione di abitudine,anche io sono vegetariana ma sto facendo il passaggio verso il vegan e sto piano piano eliminando anche i prodotti di origine animale.

Solo che io ho il rifiuto totale verso qualsiasi cosa implichi dolore e sofferenza verso gli animali quindi mi viene facile non mangiare nulla implichi lo sfruttamento di esseri viventi.

Il fattore abitudine é qualcosa che va sconfitto con la presa di coscienza,ci hanno insegnato che é giusto uccidere e sfruttare animali per mangiare e questa é una convinzione che va sradicata dentro se stessi.

Bacioni

10 yuki-chan95, 8/01/19 15:58

Grazie per tutti i vostri consigli. Mangiare vegano è sicuramente più semplice di come ho sempre pensato, dovrò cambiare modo di mangiare per me e per gli animali. Le vostre opinioni mi servono, anche per imparare cose nuove

11 Shannon92, 8/01/19 18:34

yuki-chan95 ha scritto:
Grazie per tutti i vostri consigli. Mangiare vegano è sicuramente più semplice di come ho sempre pensato, dovrò cambiare modo di mangiare per me e per gli animali. Le vostre opinioni mi servono, anche per imparare cose nuove

Mah é semplice se sei consapevole del dolore e della sofferenza che si provoca. Se poi sei come me che non ammazzi nemmeno le formiche e ti senti male quando vedi le pellicce o diventi triste quando vedi i vitellini nelle campagne e pensi alla fine che devono fare è ancora piu facile =)

12 Marina, 9/01/19 10:48

Shannon92 ha scritto:
Anche secondo me è questione di abitudine,anche io sono vegetariana ma sto facendo il passaggio verso il vegan e sto piano piano eliminando anche i prodotti di origine animale.

Solo che io ho il rifiuto totale verso qualsiasi cosa implichi dolore e sofferenza verso gli animali quindi mi viene facile non mangiare nulla implichi lo sfruttamento di esseri viventi.

Allora non eliminarli piano-piano, ma fallo subito, non serve farlo lentamente. Latticini e uova causano sofferenza e morte ancora più della carne. Basta un minuto per decidere, il modo di cucinare lo adegui di conseguenza.
E' davvero facilissimo, vedrai!

Ciao,
Marina

13 Alessia.-C_34, 11/01/19 09:05

seguo perchè ho un problema molto simile

14 Andrea, 11/01/19 09:20

Alessia.-C_34 ha scritto:
seguo perchè ho un problema molto simile

Non credo ci saranno molti aggiornamenti, le cose importanti sono state scritte tutte: i derivati sono peggio della carne sotto ogni punto di vista, primo tra tutti quello etico. Eliminare la carne per non uccidere animali e poi conssmare latte, uova e loro derivati che uccidono in modo molto peggiore non ha senso. E' anche molto più semplice eliminare i derivati rispetto alla carne perché sono facilmente sostituibili e ci sono surrogati identici per quai tutto. Oltretutto si spende meno e la salute ci guadagna.

15 Shannon92, 12/01/19 18:06

Ciao,beh eliminarli da subito in effetti non sarebbe poi così problematico,da onnivora non sono mai stata una gran consumatrice di uova formaggi e altri derivati.

Allora smetterò definitivamente di mangiarli =D

Pagina 1 di 2

Lanciamoci subito nelle iniziative dell'area volontari di AgireOra!

Inauguriamo un 2019 all'insegna della difesa degli animali.

Partecipa!