Un progetto di AgireOra - Informazioni e progetti animalisti

Logo Vegan Home

- La casa dei vegan

» Home | Collabora | Novità | Contatti «

Verdure ripiene - Secondi

Ricette vegan » Secondi » Verdure ripiene

Verdure ripiene
Ricetta di: verdetartarugo ID ricetta: 332
Difficoltà: Media  
Tempo: 120 minuti  
Provenienza: Liguria
Stagione: Primavera, estate

Ingredienti per 4 persone

  • 6 zucchine senza pancia
  • 6 melanzane lunghe delle dimensioni delle zucchine
  • 6 peperoni piccoli
  • 6 cipolle bianche di media grandezza
  • 1 scalogno
  • 1 patata (rossa) piccola
  • pangrattato
  • la mollica di un panino
  • 1/2 bicchiere di latte di soia naturale
  • 1 spicchio d' aglio
  • olio evo
  • 150 g di tofu molle
  • 150 g di seitan
  • 1 cucchiaino di maggiorana in polvere
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 o 2 foglie d' alloro
  • pepe q.b
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

Far lessare le verdure da intere e poi tagliare nel senso della lunghezza le zucchine, le melanzane e i peperoni. Svuotare con un cucchiaino appuntito le zucchine e le melanzane e mettere la polpa a scolare in uno scolapasta a maglia fine. L'interno dei peperoni va invece gettato.
Tagliare le cipolle a metà nel senso della larghezza e separare i singoli strati a due a due in modo da poterli usare come una piccola coppetta.
Far rosolare l'aglio e lo scalogno a rondelle con il seitan tritato e il tofu a dadini. Aggiungere il rosmarino e l'alloro (che poi verranno tolti), la maggiorana, una macinata di pepe.
Quando è tutto dorato, aggiungere l'interno delle verdure scolate, i cuori delle cipolle schiacciati, la mollica sbriciolata e bagnata di latte (ma non troppo inzuppata) e far asciugare tutto a fiamma lenta. Spegnere ed unire la patata bollita e schiacciata. Passare tutto nel passaverdure a buchi larghi.
Mescolare a freddo l'amalgama, che deve avere una consistenza pastosa tipo quella delle polpette, eventualmente inumidire con un filo d'olio.
Riempire le verdure scavate con questo ripieno, in modo che rimangano un po' bombate. Panarle preoccupandosi che la panatura aderisca soprattutto al ripieno.
Disporle in una teglia ricoperta con carta da forno, molto vicine l'una all'altra.
Passarle al forno per 45 minuto a 180 gradi dopo averle spolverizzate con il pangrattato e bagnate con un filo d'olio.

Note

Originariamente i ripieni cosiffatti si facevano friggere in abbondante olio d' oliva. Fritti sono ottimi ma un po' pesanti.
Se avanza del ripieno lo si può cuocere anch'esso in forno, in forma di polpette.

Gli utenti registrati possono inserire commenti dopo aver effettuato il login.