Mangiare in ristoranti non vegetariani: è giusto?

Gli utenti registrati possono scrivere una risposta

1 Candrikaa84, 15/03/20 17:43

Ciao carissimi,

sono vegetariana da anni e sto diventando vegana. Vorrei sapere come vedete la questione di mangiare in posti che servono anche carne (anche quando tu stesso ordini cose vegane). Prima non mi ponevo mai il problema di dove mangiare: vivendo in Germania, dovunque è possibile ordinare vegetariano o vegano: è pieno di posti etnici con cucine che contengono più opzioni vegetariane, e, comunque, tutti qui capiscono le parole vegetariano e vegano e sono prontissimi a modificare i piatti secondo ogni scelta, senza stupirsi o irritarsi. Quindi per anni non ho avuto problemi.
Negli ultimi mesi, però, un altro pensiero si fa sempre più pressante nella mia testa, ovvero il fatto che non mi piace l’idea di mangiare in un posto non totalmente almeno vegetariano. Ho già escluso posti specializzati in hamburger / Hot Dogs, in cui prima andavo magari con amici e in cui ordinavo il panino vegan che qui non manca mai. Alla fine, però, mi sono resa conto che davo soldi a un business estremamente carnivoro, quindi ho definitivamente escluso questo tipo di ristorante.
Mi sto chiedendo, però, se non sia il caso di mangiare SOLO ed esclusivamente in posti del tutto vegetariani ed escludere quelli che vendono anche pochi piatti con carne. Il fatto è che mi sembra una scelta un po’ troppo estrema (anche se mi farebbe risparmiare soldi forse...). Dovrei organizzarmi molto più di quanto non faccia adesso, sembra facile ma alla fine tendo a non farlo e a mangiare fuori di giorno.
Ho pensato che forse la mensa universitaria può essere una opzione accettabile, perché non è un vero e proprio business che si espande, ma la mensa resta sempre quella... non è che aiuto un colosso a vendere sempre più carne aprendo altre filiali, ecc...

Come vedete la cosa?

2 Andrea, 15/03/20 22:46

Mi sto chiedendo, però, se non sia il caso di mangiare SOLO ed esclusivamente in posti del tutto vegetariani ed escludere quelli che vendono anche pochi piatti con carne.

Uova e latticini però causano molta più sofferenza della carne quindi capisco il preferire locali vegan, ma se si apre a quelli vegetariani allora tanto vale aprire anche quelli onnivori. Per un animale è "meno peggio" essere ucciso subito per la carne piuttosto che essere sfruttato per un paio d'anni per latte o uova e poi ucciso esattamente allo stesso modo.

Per quanto riguarda il mangiare solo in locali vegan temo sia impossibile: la maggior parte delle città non ne ha neppure uno. Ma lo stesso vale per locali vegetariani, almeno dalle mie parti.

Poi c'è da dire che comprando cibi vegan in locali non vegan li incentiviamo ad aumentare questo tipo di offerta. Questo è importantissimo perché rende più facile a chi non è ancora vegan la transizione.

Esempio terra-terra: prendendo il caffè con latte di soia e brioche vegan in bar normali facciamo sì che sempre più bar li tengano. A quel punto tutti gli avventori lo sanno e se uno di loro pensa alla possibilità di diventare vegan sa già che non dovrà rinunciare alla sua colazione preferita. E chi va al supermercato vede tofu, seitan, burger, vegan ecc. ecc. Se a un certo punto pensa di diventare vegan già sa di non dover rinunciare a niente.

Se andassimo solo in locali e negozi 100% vegan (se ce ne fossero abbastanza) tutto questo si perderebbe.



La cosa più urgente però è diventare vegan in modo da smettere di causare la morte di questi animali.

3 Candrikaa84, 18/03/20 13:00

Grazie per la risposta. Sono d’accordo su alcune cose, su altre no.

Dire che uova e latticini fanno più danni mi sembra molto discutibile... ma anche se così fosse, non credo che valga l’argomentazione che “se mangi in un ristorante non vegano, allora puoi mangiare anche in uno non vegetariano”. Visto che, appunto, trovare posti solo vegani è difficile, secondo me potrebbe essere giusto anche dire che uno inizia ad accontentarsi di quello che c’è, sempre appunto che ritenga non etico finanziare ristoranti che offrono carne.

(Parentesi: Qui a Heidelberg, dove sono io, esistono ben due posti esclusivamente vegani. Uno però è carissimo, e l’altro non vende quasi niente, quindi nessuna delle due opzioni è va,Ida per la vita quotidiana di una studentessa lavoratrice con poco tempo e una cucina minuscola).

Sul fatto poi che , andando ai ristoranti non veg per ordinare opzioni vegetariane, si mostri che esiste una crescente clientela che pretende opzioni vegetariane e vegane, su questo sono in parte d’accordo, anche se non sono comunque sicura che sia giusto al 100%:
- Sulle grandi catene tipo Macdonalds, Subway e simili sono comunque sicurissima della mia posizione negativa. Non finanzierò mai questo tipo di aziende, anche se aumentano le opzioni vegane e vegetariane. Continuano infatti a fare danni enormi, agli animali, all’ambiente e alla salute pubblica, vendendo cibo non etico e assolutamente dannoso a prezzi molto bassi, danneggiando così la parte più debole della popolazione solo per arricchirsi. Sappiamo benissimo che non è vero che il cibo vegano e il cibo sano sono per forza cari... se si possono permettere di vendere carne a prezzi così stracciati possono certamente fare cibo veg e SANO da offrire a chi può pagare poco. Ma non lo fanno, e io questo semplicemente non lo accetto. Per non parlare poi del consumo di plastica dei take away, che danneggia l’ambiente

- In Germania sta aumentando la tendenza ad aprire ristoranti s9lo vegetariani o solo vegani. Tubinga, per esempio, ne ha alcuni, anche a prezzi bassi per studenti. Molti studenti vegetariani e vegani preferiscono andare lì rispetto che in posti che offrono anche carne. Questo potrebbe creare pressione su posti che offrono sia carne, sia cibo veg, a passare al tutto veg. Ma chissà...
Sul fatto poi del “tutto o nulla”, nel senso che se vado a un ristorante non vegano ma solo vegetariano sia come andare a uno che vende anche carne, sinceramente non sono molto d’accordo... Le vittorie si vincono anche a piccoli passi, secondo me.
Ma il mio è anche più un sentimento interiore che una decisione logica e razionale. Non mi piace andare in un posto che serve anche hamburger, indipendentemente dal fatto che io gli possa con le mie scelte veg comunicare che deve rivolgersi anche a un pubblico veg... Forse però la mia scelta è influenzata dai miei lunghi periodi in India, in cui è molto comune trovare ristoranti esclusivamente veg (il veg in India è definito come un vegetariano senza le uova).

Comunque, io di mio VOGLIO diventare vegana, e di mio non mangio mai formaggio e non bevo latte. Purtroppo però, soprattutto in fase esami e stress come ora, ricado a mangiare ogni tanto delle uova strapazzate o un Brownie. In fase non esami riesco benissimo a farne a meno. Penso chiaramente che, se tengo duro un po’, prima o poi smetterò di voler mangiare uova... Non siate troppo severi nel giudicarmi per favore...

4 Marina, 18/03/20 13:45

Candrikaa84 ha scritto:
Dire che uova e latticini fanno più danni mi sembra molto discutibile...

Invece è proprio così e non è una questione di opinioni, ma di dati di realtà.

Le uova, specialmente: sai che per produrre uova sono uccisi più animali che per la produzione di TUTTA la carne rossa? Cioè tutta escluso il pollo. Il triplo di animali uccisi, per la precisione.
E per quanto riguarda il latte, non c'è differenza tra produzione di carne e di latte, perché allevando animali per il latte questi vengono poi uccisi anche per la carne. Quindi latte e uova uccidono animali come e più della produzione di carne. E' un dato di fatto, inutile chiudere gli occhi davanti alla realtà!

Candrikaa84 ha scritto:
non credo che valga l’argomentazione che “se mangi in un ristorante non vegano, allora puoi mangiare anche in uno non vegetariano”.

Invece sì, perché non c'è differenza tra carne e altri derivati, in termini di uccisione di animali.

Candrikaa84 ha scritto:
- Sulle grandi catene tipo Macdonalds, Subway e simili sono comunque sicurissima della mia posizione negativa. Non finanzierò mai questo tipo di aziende, anche se aumentano le opzioni vegane e vegetariane.

Certo, ma si parla di locali normali, non di quelli incentrati sulla vendita di quasi sola carne.

Candrikaa84 ha scritto:
- In Germania sta aumentando la tendenza ad aprire ristoranti s9lo vegetariani o solo vegani. Tubinga, per esempio, ne ha alcuni, anche a prezzi bassi per studenti. Molti studenti vegetariani e vegani preferiscono andare lì rispetto che in posti che offrono anche carne. Questo potrebbe creare pressione su posti che offrono sia carne, sia cibo veg, a passare al tutto veg.

Se ci sono locali vegani, ci si va, certo, come ha detto anche Andrea. Ma se non ci sono, è inutile fare la differenza tra vegetariani e onnivori.


Candrikaa84 ha scritto:
Ma il mio è anche più un sentimento interiore che una decisione logica e razionale. Non mi piace andare in un posto che serve anche hamburger,

Ma devi capire che hamburger o latte o uova sono la stessa cosa. Illudersi che ci sia differenza vuol dire non tenere conto della realtà.


Candrikaa84 ha scritto:
Comunque, io di mio VOGLIO diventare vegana, e di mio non mangio mai formaggio e non bevo latte. Purtroppo però, soprattutto in fase esami e stress come ora, ricado a mangiare ogni tanto delle uova strapazzate o un Brownie. In fase non esami riesco benissimo a farne a meno. Penso chiaramente che, se tengo duro un po’, prima o poi smetterò di voler mangiare uova... Non siate troppo severi nel giudicarmi per favore...

Nessuno ti costringe a mangiare latticini e uova, è una tua decisione, anche in fase di stress. Devi pensare agli animali che muoiono, non al tuo desiderio di mangiare una cosa. Non devi smettere "prima o poi", ma adesso, perché con queste tue scelte uccidi animali esattamente come se mangiassi un panino al prosciutto.
Guarda questi video per capire cosa succede agli animali per il tuo desiderio di mangiare uova:
http://www.tvanimalista.info/video/allevamenti-macelli/produzione-uova-dominion/
Guardalo, non chiudere gli occhi perché ti fa stare male. I pulcini e le galline stanno molto peggio, e tu puoi fare la tua parte per evitare la loro morte.

Fatti una frittata di ceci o del tofu strapazzato: sono buoni (anche più delle uova), non ammazza nessuno e ti fa pure bene alla salute, visto il colesterolo e i grassi di cui sono piene le uova e i latticini...

5 Andrea, 19/03/20 10:14

Candrikaa84 ha scritto:
Dire che uova e latticini fanno più danni mi sembra molto discutibile...

Ma è proprio così purtroppo, il motivo è questo:

- Sia la mucca "da carne" che quella da "da latte" nascono, vengono tenute imprigionate e poi trasportate al macello e uccise in modo atroce.
Questo è comune ad entrambe.

- La differenza è che la fase di prigionia per la mucca da carne dura meno (da 6-7 mesi a 2 anni), mentre per quella da latte dura 3-4 anni, nel corso dei quali viene ingravidata, fatta partorire, il vitellino le viene strappato con conseguente trauma. Il vitellino viene ucciso e il ciclo riprende. Dopo 3-4 anni di questa tortura è ridotta a un ammasso deforme perché per aumentare la produzione di latte si usano farmaci che le gonfiano al punto da non potersi più reggere in piedi. A quel punto viene sollevata con un argano, buttata un camion ancora viva e portata la macello.

Discorso analogo vale per le uova.

Latte e uova sono molto più crudeli della carne. Anzi, se vogliamo dirla tutta avrebbe più senso mangiare carne ed evitare latticini piuttosto che il contrario.


Sul fatto poi del “tutto o nulla”, nel senso che se vado a un ristorante non vegano ma solo vegetariano sia come andare a uno che vende anche carne, sinceramente non sono molto d’accordo... Le vittorie si vincono anche a piccoli passi, secondo me.

Ma il mio è anche più un sentimento interiore che una decisione logica e razionale. Non mi piace andare in un posto che serve anche hamburger,

Ma se metti sullo stesso piano uccidere per la carne o per il latte ecco che non ci sono differenze tra vendere carne o derivati. In entrambi i casi vendi un cibo che causa morte e sofferenza. Il fatto che in un caso il corpo dell'animale sia parte del piatto e nell'altro no è irrilevante, se lo scopo è non uccidere animali.


Purtroppo però, soprattutto in fase esami e stress come ora, ricado a mangiare ogni tanto delle uova strapazzate o un Brownie. In fase non esami riesco benissimo a farne a meno. Penso chiaramente che, se tengo duro un po’, prima o poi smetterò di voler mangiare uova... Non siate troppo severi nel giudicarmi per favore...

Non si tratta di essere severi, ma essendo un sito vegan è ovvio che si inviti a diventarlo.. Capisco lo stress per gli esami ma è un buon motivo per uccidere dei pulcini perché in quel momento si vogliono proprio le uova strapazzate o un Brownie invece di qualunque altro cibo?

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!