Cosa pensano le Anime Vegan oggi che il mondo ha la museruola?

Gli utenti registrati possono scrivere una risposta

1 InLak-39-ech, 13/05/20 13:50

Quello che dovremmo iniziare a pensare credo è che presto i soldi finiranno, la gente ha fame e la fame purtroppo genera comportamenti predatori per la sopravvivenza. I predatori predano le prede più deboli di solito, convogliare questa fame verso una giusta causa condivisa in unità sociale di resistenza sarà la sfida Nostra per la libertà e la sopravvivenza della specie umana.. Quel che verrà altrimenti è semplicemente un transumanesimo ed è già in atto. Vedasi le Singularity University e l'implementazione delle IA. Vogliono uno sterminio di massa per "asfissia" che riduca la popolazione mondiale a poche decine di milioni di sociopatici senza cuore né anima che si avvarranno dell'automazione per svolgere tutte le mansioni che in passato erano svolte dagli schiavi umani.
Ecovillaggi e ritorno all'essenziale... Quale futuro per Noi anime e cuori Veg?

2 CRICRicri, 20/05/20 09:49

Io ho vissuto questa quarantena cercando di colmare le mie giornate con lo yoga la meditazione ma anche pulire casa stirare ecc. Sono sopravvissuta a non vedere nessuno a parte i miei genitori che sono onnivori e fanno fatica a capirmi anche se cercano di evitare di mangiarmi carne e pesce davanti. La solitudine fa riflettere ma secondo me troppa solitudine fa impazzire. Quella dei vegani é una resistenza a qualcosa di brutto che sta accadendo nel mondo e perciò concordo con te che se non si cambia rotta siamo persi. Però io preferirei andare nel nulla senza soffrire che fare parte di un mondo malato e avariato. Troppi problemi troppi pochi vegani troppe persone che mangiano carne e pesce e che quindi sfruttano in negativo l'ambiente, le persone, gli animali ecc. Ma tanto non c'é alternativa anche se mi impegno nelle azioni quotidiane di agire ora come ho sempre fatto anche prima, so che é difficile che cambi qualcosa ma la speranza é l'ultima a morire. Io sarò sempre vegana a meno che non mi torturino psicologicamente o fisicamente. Però ammettiamolo non é che é cosí semplice essere vegani oggi. Speriamo che crescendo in numero possiamo ammortizzare il peso.

3 Andrea, 20/05/20 11:26

CRICRicri ha scritto:
Però ammettiamolo non é che é cosí semplice essere vegani oggi.

Se ti riferisci alle difficoltà pratiche direi il contrario: è di una facilità incredibile, si tratta solo di sostituire alcune cose con altre. Infatti tutti si pentono di non averlo fatto prima.

E' infinitamente più difficile convivere con un'intolleranza, mettersi a dieta per perdere peso, per non parlare di mille altre cose che facciamo ogni giorno.

Se invece ti riferisci al fatto di vedere tutti gli animali che soffrono allora ok, quello è soggettivo. Purtroppo la maggior parte delle persone vegan che ho conosciuto non ci pensa quasi mai (dico purtroppo perché così non fanno niente per aiutali).

4 Marina, 21/05/20 09:36

Infatti, essere vegan è davvero facile, e al giorno d'oggi è ancora più facile di 20, 10, o anche solo 5 anni fa!

Riguardo al fare qualcosa per gli animali anche adesso in cui tutta una serie di attivismo "per strada" non è possibile o è molto difficile, qui sono proposte tante azioni da fare da casa propria:
https://www.agireora.org/volontari/iniziative/

e qui le testimonianze di chi sta partecipando:
https://www.agireora.org/volontari/attivita/

"Papà, raccontami ancora di quando le persone hanno smesso di uccidere gli animali per mangiarli."

La storia che studieranno le prossime generazioni la stiamo scrivendo noi adesso. Facciamo in modo che sia una storia migliore per tutti gli esseri viventi.

Scrivi la storia con noi